Maggio 2024

Tempo di entrare nel vivo di quella gara solidale sulla lunga distanza che sono ormai diventate le campagne 5 per mille: un appuntamento annuale di coinvolgimento (e in-formazione) di stakeholder vecchi e nuovi che risponde al claim di ‘Basta la tua firma’.

Il 5 per mille lo conosciamo tutti. Ma davvero?

Facilità di accesso e bassi rischi connessi alla campagna hanno reso questo strumento di fundraising un vero e proprio must nelle strategie di raccolta fondi annuali di molte organizzazioni del Terzo Settore (sono 11.683 gli iscritti agli elenchi permanenti degli enti accreditati nel 2024).
Ciò nonostante, come tutti gli strumenti presenti nella ‘Cassetta degli attrezzi’ del Fundraising anche il 5 per mille necessita di pianificazione attenta, di un progetto specifico, di tempo dedicato e di un piano di comunicazione pensato ad hoc che dovrà necessariamente accompagnare l’organizzazione negli oltre 6 mesi di campagna.

In particolare per chi ci entra per la prima volta, quella del 5 per mille è davvero una campagna importante per iniziare a coinvolgere la propria community, o nel caso delle organizzazioni culturali i propri pubblici, facendoli diventare anche sostenitori con uno strumento che funziona sempre di più se e quando c’è prossimità e vicinanza alla causa o al progetto proposto.

Anche quest’anno come Terzofilo stiamo accompagnando alcune organizzazioni culturali a realizzare una campagna 5 per mille di successo.

Nell’attesa di tornare a vedere anche il 2 per mille per le associazioni culturali, due sono ad oggi le opzioni rimaste a disposizione per le organizzazioni che operano nel settore delle arte e della cultura, che possono rientrare a seconda di forma giuridica, iscrizione al Runts e ambito di attività in uno o in entrambi questi due comparti:
– nel primo comparto (il primo riquadro in alto e sinistra) ovvero quello dedicato alle organizzazioni iscritte al RUNTS e alle Onlus iscritte all’Anagrafe.
– nel comparto dedicato al Finanziamento delle attività di tutela, promozione e valorizzazione dei beni culturali e paesaggistici (il riquadro si trova nella colonna di destra).

Tips per pianificare una buona Campagna 5 per mille 

Come prima cosa abbiamo invitato le organizzazioni a ragionare su alcuni punti chiave per suscitare l’interesse dei loro attuali o potenziali pubblici. Condividiamo alcuni dei consigli dati loro:

  • individuate uno specifico progetto con un target molto mirato;
  • scegliete un progetto che sia in grado di raccontare con chiarezza l’impatto che la vostra organizzazione intende generare sul territorio o dei beneficiari che vuole coinvolgere;
  • valorizzate la campagna 5 per mille anche come occasione per raccontare al meglio la vostra missione in modo nuovo.

Alcune best practice

Ecco come alcune delle Organizzazioni Culturali che stiamo accompagnando hanno interpretato e messo in pratica i nostri consigli:

Rocking Motion APS

Un’associazione attiva dal 2015 Treviso giovane ed esplosiva che sostiene progetti dedicati alle fragilità di persone ed ambiente attraverso la cultura.

Per la loro campagna 5×1000 i focus scelti sono due, come due sono le anime di questa associazione:
• Con Fido: dedicato ai bimbi con difficoltà di interazione
• Arte Verde Aria: i progetti che vedono l’arte come strumento di rigenerazione urbana
Scopri la loro idea di 5 per mille

Amici della Musica di Mestre

Dal 1986 s’impegna a diffondere la bellezza della musica classica sul territorio e tra le persone di ogni età. Da un paio d’anni il progetto dedicato agli under 18 – Giovane Orchestra Metropolitana (GOM) – ha aperto le sue porte ai musicisti della cooperativa sociale Aclicoop.

La campagna 5 per mille degli Amici della Musica di Mestre 2024 è rivolta al sostegno di progetti per la diffusione della musica classica e di inclusione culturale.

Scopri questa campagna: https://new.amicidellamusicadimestre.it/sostieni/5xmille/  

Cambiare si può!

Come dicevamo c’è un altro comparto di destinazione del 5 per mille dedicato alle organizzazioni culturali che si occupano di “Finanziamento delle attività di tutela, promozione e valorizzazione dei beni culturali e paesaggistici(…)”secondo rettangolo in basso a destra.
Tra le 26 ‘new entries’ in questo comparto c’è anche la Fondazione Teatro Civico di Schio che dopo un anno di attesa, può finalmente riprendere a comunicare quest’opportunità di sostegno ai propri pubblici ed affezionati.

I frutti di queste campagne si vedranno solo a giugno del 2025, ma le premesse ci sembrano ottime e sempre maggiore la consapevolezza dello strumento anche tra le organizzazioni culturali.

Se anche la tua organizzazione ha bisogno di qualche consiglio per la campagna 5 per mille

CONTATTACI